Considerato un tempo il granaio della Corsica, dove prosperavano cultura e allevamento, l’Agriate rappresenta oggi l’unico “deserto” europeo. Qui non c’è sabbia (tranne quella delle spiagge!), ma una macchia secca dove cresce una vegetazione variegata, un’immensità di crinali, valli e cime rocciose, rivolte verso il mare e il Capo Corso. Il tempo sembra essersi fermato qui.

Appartenente al Conservatoire du Littoral, il paesaggio arido di macchia e granito tagliato dall’aria marina si addolcisce man mano che ci si avvicina alla riva. Una vastità di crinali, valli e cime rocciose, di fronte al mare e al Capo Corso, dove il tempo sembra essersi fermato. Qui si coltivano ancora viti, prati e ulivi.

È inoltre lo sfruttamento agricolo che ha dato forma alle diverse macchie che si incontrano: i fitti cespugli di olivo selvatico e di lentischio, le macchie alte di corbezzolo, leccio ed erica e le macchie basse di cisto, rosmarino, lavanda e immortale.

Scoprirete i gorgheggi della macchia: sarda, pitchou, melanocefalo, testa nera. Più vicino alle scogliere, falchi pellegrini e coppie di falchi pescatori illuminano il cielo. Nel pagliaghji hanno trovato rifugio pipistrelli, gechi e tarantole. Sul mare, scrutate l’orizzonte e potreste vedere i delfini danzare.

Spiagge paradisiache…

L’Agriate non vi offre spiagge, ma le più sontuose spiagge della Corsica e della Balagne, con sabbia bianca immacolata e acque turchesi. Spiagge degne dei Caraibi, a due passi da casa vostra.  La limpidezza e la trasparenza delle loro acque invitano a scoprire fondali eccezionali. Benvenuti in paradiso!

Trovate tutte le informazioni pratiche su Agriate

  • Consulta la mappa con i sentieri, le spiagge, le piste… :  clicca qui !
  • Scoprite tutto sul sito e prenotate online il vostro rifugio, accessibile solo a piedi o in 4×4 attraverso i sentieri o via mare:  clicca qui !