La chiesa parrocchiale di Calenzana, classificata come monumento storico, è uno dei principali edifici barocchi della Balagne.

Dopo essere stato ricostruito all'inizio del XVII secolo, in sostituzione di una chiesa romanica del XII secolo e di un santuario dedicato a San Martino, che fungeva da annesso alla chiesa centrale di Santa Restitude, l'edificio fu riedificato intorno al 1690-1700. È dedicata a San Biasgiu, vescovo martirizzato nel 316, ed è opera dell'architetto milanese Domenico Baïna.

Presenta una facciata barocca a due livelli, con lesene e cornici scolpite: nei due secoli successivi, capitelli decorati con foglie d'acanto, una cornice corinzia toscana e un'importante decorazione pittorica contribuiscono ad abbellirla. Fu eretta come chiesa collegiale dal 1752 fino alla Rivoluzione.

Nei pressi dell'edificio, un campanile indipendente a quattro piani (u campanile), costruito tra il 1870 e il 1875 sotto la direzione dell'architetto bastiolo Guasco, lo completa.
Una targa commemorativa ricorda il massacro dei mercenari tedeschi nel 1732.

L'altare maggiore è una maestosa opera in marmo bianco scolpita a Genova intorno al 1760, intagliata e modellata, intarsiata con marmi policromi rossi e verdi e con un tabernacolo in porfido a "tempietto" con volute. Il suo stile è databile alla seconda metà del XVIII secolo.

Il medaglione centrale della volta raffigura San Biagio che toglie un osso dalla gola di un bambino. L'autore di questa decorazione monumentale è anonimo, ma si può notare l'influenza di Domenico Baina.

Servizi

  • Servizi

    • Visite gratuite
    • Visite guidate
  • Apparecchiature

    • Parcheggio vicino
  • Visite

    • Visita individuale :
    • Visita di gruppo :
  • Attività

    • Concerti

Da sapere

  • Periodo di apertura

    Tutto l'anno, ogni giorno.

  • Accoglienza animali

    Animali non accettati